CISL RETI: PRIMO INCONTRO SEGRETERIE REGIONALI FISTEL, FIT, FLAEI

La Cisl Reti di Roma e del Lazio sta progressivamente affrontando il compito già intrapreso a livello Nazionale di un patto federativo che vada incontro ad una convergenza della rappresentanza dei lavoratori di Reti e Servizi. È un processo di autoriforma e di riorganizzazione che unendo esperienze diverse in un ambito sempre più strategico, creerà nuove opportunità di crescita attraverso iniziative connesse di formazione che coinvolgeranno anche il Coordinamento Donne e il Gruppo Giovani.
È la sintesi della mozione approvata all’unanimità a termine del primo Consiglio Generale CISL Reti Roma e Lazio, la nuova federazione che raccoglie gli iscritti regionali di Fistel, Fit, Flaei.
“La riorganizzazione sindacale del comparto delle reti all’interno di una nuova federazione – dichiara Paolo Terrinoni, segretario generale Fistel Roma e Lazio – ci permette di mettere in campo una nuova sinergia per rafforzare le potenzialità della contrattazione. Insieme a Fit e Flaei abbiamo l’opportunità di mettere a fattor comune capacità e risorse all’interno di un panorama federativo che ci vede condividere interessi comuni”.
“Con il progetto della CISL Reti portiamo avanti un’idea affascinante. Stiamo andando nella giusta direzione – afferma Antonio Cozzolino, segretario generale Flaei Lazio – dovremmo essere noi bravi a far riuscire questa scommessa che andrà a rappresentare le migliaia di lavoratori che operano in questi settori”.
“La CISL Reti – conclude Francesco Sorrentino, segretario generale Fit Lazio – dovrà essere contraddistinta dalle due caratteristiche principali del nostro sindacato: essere progressisti e moderati. Con questo dovremo affrontare il cambiamento verso cui andiamo incontro. L’avvicinamento delle tre federazioni, nell’ottica della cooperazione, darà nuove opportunità al sindacato per garantire i diritti ai lavoratori”.

 

30 ottobre 2014